fbpx

Tipica storia triste delle donne a dieta.

 

Come un bravo papà racconta la favola ai propri bimbi, oggi racconto una storia che proprio favola non è. Il titolo è: “Tipica storia triste delle donne a dieta”. Una storia che non passa mai di moda e si ripete all’infinito nella vita quotidiana del ventunesimo secolo.

Al di là dell’apertura in chiave ironica di questo articolo, gli errori di base che quasi tutte le donne commettono, sono:

  • Seguire diete “di moda”, che puntano spesso ad escludere completamente un macronutriente (quasi sempre quei poveri carboidrati);
  • Limitarsi a mangiare come canarini, con conseguente malnutrizione proteico-energetica.
  • Associare il tutto ad ore e ore di attività aerobica senza alcun criterio.

Il mix perfetto per creare il disastro.

Un DISASTRO si. Perchè questo è ciò che succede. Prima perdete peso (non grasso) e vi svuotate. Poi tornate ad accumulare tutto con tanto di interessi ed oltre che più grasse, saranno anche destrutturate.

Perché succede?

Perché agendo in questo modo, ciò che perdete inizialmente sono acqua e glicogeno.

Ricordo che 1 g di carbo trattiene dai 2,7 ai 3,5 g di acqua.

Ed inizialmente siete belle contente! Vedete quella stupida lancetta calare (anche velocemente), inconsapevoli di ciò che state combinando dentro di voi. Dopo lo svuotamento iniziale di acqua e glicogeno, arriva quello più devastante. Quello portato dal catabolismo muscolare. Catabolismo che a sua volta comporta un crollo del tasso metabolico e nel frattempo, oltre a sentirvi sempre più stanche, irritate, a dormire poco e male ed essere ancora più stressate di quanto lo siate già normalmente, vi ritrovate anche con le gambe gonfie. Gonfie perché il catabolismo porta/aumenta l’infiammazione e quindi l’accumulo di acqua extracellulare.

Perché le donne cascano più facilmente in queste situazioni?

Sostanzialmente per 2 motivi:

  1. Perché le donne hanno fretta! Se non vedono risultati immediati (una/due settimane) perdono voglia, motivazione ecc. Questo i venditori di pillole ed integratori inutili (Herbalife & co.), unitamente alle pseudoblogger rincoglionite (ma furbe), lo sanno bene. E allora via con le diete detox e le soluzioni rapide e senza fatica. Ragazze mie, ci vogliono mesi o anni (in base alla situazione di partenza), ma se ve lo dicessero chiaro e tondo non acquistereste mai ciò che vendono.
  2. Perché le donne non hanno voglia di sbattersi! Calcolare, monitorare, selezionare ecc. è una cosa che tendenzialmente al sesso femminile “dà noia”. In questo mi spiace doverlo sottolineare, ma gli uomini sono molto più “cavalli col paraocchi”. Assegni loro un programma, stanno zitti e lo seguono.

Eh no, sappiate che non mi diverto a dire certe cose! Sono il primo a spingere sulla motivazione femminile. Ma parlo purtroppo per esperienza diretta. A perdere peso son capaci tutti. Basta non mangiare! Dimagrire in maniera corretta e con le giuste strategie, è tutta un’altra cosa. Bisogna saperlo fare e avere voglia/pazienza di farlo. E spesso e volentieri bisogna prima preoccuparsi di “far risalire” il metabolismo, prima di pensare a tagliare calorie random. Cercate quindi di capire bene la differenza tra dimagrire e perdere peso se volete limitare i danni.

Se questo articolo ti è piaciuto, ti invito a ricondividerlo. Segui i canali  ufficiali di @veryfitness.people per rimanere sempre aggiornati sulle nostre novità. Se sei alla ricerca di un servizio di coaching personalizzato, ti invito a scoprire i nostri servizi nell’apposita sezione dedicata (clicca qui).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top
error: Content is protected !!